‘Come Cade la Luce’, i personaggi: Alexia / Arianna

 In Diario, News

In ‘Come Cade la Luce’ il teatro della mia immaginazione si sviluppa attorno alla famiglia Emilianides, emigrata da Cipro a Dublino a metà degli Anni Settanta.
Costretti ad abbandonare il loro Paese a causa della invasione turca di Cipro, Ari e Phyllida fanno del loro meglio per crescere i loro tre figli in una terra straniera, nella spesso ostile società irlandese di quarant’anni fa.

Guerra, spostamenti e caos sono temi costanti nella mitologia greca: sono i modi in cui gli Dei e il Destino cospirano contro noi umani, e in cui noi umani cerchiamo di superare al meglio gli ostacoli che ci sono stati messi davanti e cerchiamo di sopravvivere, nonostante le influenze malevole delle divinità.

La famiglia Emilianides

Nella mia storia i figli degli Emilianides sono Alexia, la maggiore, Mitros, il mezzano e Melina, la più giovane.

Certo, in questa rielaborazione del mito di Fedra mi sono preso delle libertà: è stato necessario, perché ho creduto che certa violenza e certe interazioni del mito greco originale non si sarebbero adattate al lettore di oggi.

Melina è il personaggio principale della mia storia: è il suo destino a essere liberamente ispirato da quello di Fedra, sposa di Teseo, re di Atene. Secondo il mito, Fedra ha una sorella (Ariadne), e un fratellastro (il Minotauro).

La bellezza in questi miti è legata al modo in cui le trame di amore, potere e tradimento si manifestino nel comportamento umano.

Nella storia di Arianna, per esempio, che ho riadattato per farla divenire la vita della moderna Alexia, tutto ruota attorno al modo in cui gli esseri umani convivono con il trauma del tradimento e dell’abbandono, e a come, al tempo stesso, cerchino di riacquistare fiducia e amore.

Nel mito originale Arianna si offre di aiutare Teseo a uscire dal labirinto in cui è imprigionato, ma a patto di portarla con sé ad Atene e prenderla in moglie. Teseo acconsente, ma poi la abbandona sull’isola di Naxos.

Arianna rimane devastata dal tradimento e dalla perdita.

C’è, però, una sorta di lieto fine: il dio Dioniso se ne innamora.

Nella mia narrazione in ‘Come Cade la Luce’, Alexia prima si innamora di un giovane professore universitario che si sente intrappolato nel labirinto della propria stessa famiglia e delle aspettative sociali.

Arianna / Alexia gli promette l’amore, il costruirsi una loro famiglia, una via di fuga: gli offre il filo che lo farà uscire dal suo labirinto, verso la libertà. Ma, come nel mito, vita e promesse non sono mai così semplici.

Non posso dire di più per non rovinare il piacere della lettura, ma Arianna troverà, oltrepassato il suo proprio labirinto di dolore e perdita, una inaspettata felicità.

Quello che mi affascina nel racconto mitologico di Arianna è la relazione tra lei e sua sorella, Fedra.

Io non ho sorelle, e all’impatto di ciò sulla empatia della mia immaginazione dedicherò un post a parte: sul come, in quanto autori, ci sia richiesto di immergerci in esperienze che non sono quelle nostre, personali.

Ho, però, delle amiche che mi sono molto vicine: è stata una gioia immaginare come Melina / Fedra e Arianna / Alexia avrebbero cercato di cavarsela in tempi difficili e dolorosi.

Come si sarebbero sentite quando l’altra si comportava in maniera inspiegabile?

Come avrebbero lottato per mantenere quella intimità tra di loro che, chiaramente, stava a cuore a entrambe?

Come avrebbero trovato il proprio cammino sulla strada del perdono e della accettazione?

Il racconto di queste due sorelle, Melina e Alexia, è una storia di conflitto, vicinanza e, in ultima analisi, di profonda lealtà reciproca.

Sono stata molto felice di passare del tempo con loro, cercando di comprenderne motivazioni, paure, amori. Cercando di comprendere come dalla loro infanzia sarebbero diventate donne.

Spero che per chi leggerà ‘Come Cade la Luce’ sia lo stesso.

Showing 2 comments
pingbacks / trackbacks

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt
tenerife: orotavacome cade la luce - catherine dunne - italiano - guanda

This website uses to give you the best experience. Agree by clicking the 'Accept' button.